Area medico

Nasce la Societá Italiana di Cardiologia Geriatrica. Una nuova cultura e una nuova sensibilità, non una nuova specialità

I Paesi industrializzati stanno rapidamente invecchiando: in Italia gli ultra65enni sono giá oltre il 21% della popolazione totale e supereranno il 33% entro 20 anni, mentre gli ultra80enni raddoppieranno nei prossimi 20 anni; un aumento dell’attesa di vita legato soprattutto alla migliore prevenzione...

Il contenuto integrale dell'articolo è disponibile per i soli utenti iscritti alla relativa area cittadino/medico.

Iscriviti adesso!

Articoli correlati

Cardiologia Geriatrica: contributi vari
11 Luglio 2017
La fatica di essere normale: la riflessione di Corrado Vassanelli
Cardiologia Geriatrica: contributi vari
29 Gennaio 2018
Arrivare a 120 anni? Si può. Ma...
Cardiologia Geriatrica: contributi vari
16 Febbraio 2018
Infarto, una donna su due a rischio dopo i 50 anni
Cardiologia Geriatrica: contributi vari
02 Marzo 2018
Il pacemaker? Adesso si controlla con lo smartphone
Cardiologia Geriatrica: contributi vari
30 Gennaio 2018
L’insufficienza cardiaca nell’anziano. Il Seminario SICGe 2018 alle prese con uno dei topic più importanti all'incrocio tra Cardiologia e Geriatria
Cardiologia Geriatrica: contributi vari
26 Gennaio 2018
Un robot in sala operatoria
Cardiologia Geriatrica: contributi vari
15 Luglio 2017
Malattie cardiache: l'importanza della prevenzione. Il punto del Professor Boccanelli
Cardiologia Geriatrica: contributi vari
17 Giugno 2017
150mila anziani a rischio danni da sovradosaggio per farmaci doppioni
Cardiologia Geriatrica: contributi vari
23 Febbraio 2018
Sei a rischio infarto? Adesso te lo dice Google...
Cardiologia Geriatrica: contributi vari
22 Marzo 2018
Addio alla vita sedentaria? Non è mai troppo tardi... e il cuore ne guadagna
Cardiologia Geriatrica: contributi vari
21 Settembre 2017
Nasce la Societá Italiana di Cardiologia Geriatrica. Una nuova cultura e una nuova sensibilità, non una nuova specialità